La macchina del ritmo nel nuovo disco degli scozzesi Franz Ferdinand

Always ascending

Più sonorità elettroniche nel nuovo disco di fresca pubblicazione da parte dei Franz Ferdinand. Stabilizzata la formazione a cinque, i dieci pezzi che compongono il lavoro spaziano dal pop-funk alla disco, sinth e new wave.
Dopo la title-track “Always Ascending”, brano dance floor, si continua con “Lazy Boy”, pezzo in cui sembrano ritornare le sonorità tipiche degli scozzesi, con continui cambi di ritmo. ”Paper cages” invece è tipicamente pop nel suo incedere, con una rinuncia quasi totale alla chitarre per dare spazio all’elettronica.
Da menzionare anche l’emozionante e riflessiva “Slow Don’t Kill Me Slow”, e la ballad semi-acustica “The Academy Award”. Dopo il lavoro prodotto assieme agli Sparks, risalente a 4 anni fa, i Franz Ferdinand si sono dovuti prendere una giusta pausa di riflessione su quello che poteva essere il loro futuro e quale strada prendere.
Nel frattempo, perso Nick McCarthy, è stato inserito il nuovo chitarrista Dino Bardot (ex 1990s), diventando un effettivo componente  del gruppo.
Il nuovo disco dal titolo “Always Ascending”, prodotto da P. Zdar, sembra andare verso una direzione vicina al sound da club, con arrangiamenti  più piatti rispetto alle loro ritmiche martellanti, laddove i riff di chitarra rappresentavano il loro focus predominate. Ma questa scelta non deve essere letta esclusivamente in chiave negativa, poiché è andata a vantaggio di una linea melodica più marcata, risultando azzeccata in alcune canzoni come l’eccentrica “Huck and Him”. Con questo ultimo album la band di Glasgow ha definitivamente dimostrato di essersi reinventata pur rimanendo sempre un gruppo pop-funk, che non sa rinunciare alla “ritmica”, marchio di fabbrica della loro musica.

Voto: 7

Tags:

  • Vive a Reggio Calabria. Dopo anni passati fuori per lavoro, è ritornato nella sua città. Blogger, appassionato di fotografia, musica e cinema. Presidente dell'associazione culturale Fahrenheit 451. Vincitore del concorso fotografico “Calabria-back to the beauty” (Calabria Contatto). Ama la letteratura, con una predilezione per gli scrittori di fine Ottocento e Novecento. Si pone come obiettivo quello di condividere la valorizzazione del territorio e del mondo visto con gli occhi della gente del Sud.

  • Mostra commenti

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

commento

  • Nome

  • E-mail:

  • Sito web

Per la tua pubblicità

Potrebbe interessarti anche

The-Heliocentrics

The Heliocentrics: live ipnotico al Biko di Milano

13 gennaio 2018. Gli Heliocentrics incendiano il Biko a Milano in un live fittissimo ...

The Pink Floyd Exhibition in mostra al Macro di Roma fino al primo luglio 2018

Sicuramente chi è appassionato della band inglese non potrà perdersi la mostra “The Pink ...

Un altro dire: intorno alla produzione artistica di Dente

La prima volta in cui mi è capitato di ascoltare una canzone di Dente, ...