Eleonora Corace

Nata a Messina, ma con contaminazioni calabresi da parte di padre e Arbreshe da parte di nonna; ama vivere sospesa tra le due sponde dello Stretto, mescolando l’intima e continua confidenza con il mare, con le memorie d’infanzia legate alle campagne tra Crotone e Catanzaro. Si occupa di antropologia filosofica e fenomenologia tedesca, con un focus ossessivo sul corpo e l’intreccio tra biologico, esistenza e pensiero che esprime. Si allena ad osservare il mondo tramite il giornalismo, la pittura ed escursioni in vari continenti.
filo spinato

La Libia e i “lager del presente”: implicazioni e ricorsi storici di una parola scomoda

Quando attivisti e qualche ricercatore o giornalista hanno iniziato a utilizzare la parola “lager” ...

frecciarossa

Gogne mediatiche e “vite precarie”: la vulnerabilità dei marginali

Qualche tempo fa abbiamo assistito all’ennesima gogna mediatica sulla pelle di una persona. L’oggetto ...

Sollima

Il violoncello di ghiaccio di Sollima dal loggione del Politeama Garibaldi

Il 10 febbraio, alle ore 17,30 il Politeama Garibaldi ha accolto l’esibizione del maestro ...

India velo

La bambina e il velo: racconto di una fotografia mai vista

Ajmer, India, città sacra dell’Islam, dove i turisti non passano e arrivano pellegrini da ...

Star Wars Ultimi Jedi

Star Wars e la nuova estetica del potere: le sfumature di grigio della Forza

Quale rappresentazione del potere si evince dall’estetica di Star Wars: Gli ultimi Jedi? In un ...